martedì 25 ottobre 2016

San Francesco nella "Pala di Castelfranco" del Giorgione (1503-1504)

Giorgione, Pala di Castelfranco, 1503-1504 ca
tempera su tavola di pioppo, 200x152 cm
Castelfranco Veneto, Duomo
Nel Duomo di Castlfranco Veneto, la chiesa parrocchiale più importante della città veneta dedicata a S. Liberale, è conservata la Pala di Castelfranco del Giorgione, nome con cui è noto il pittore Giorgio da Castelfranco (1478 ca-1510), databile al 1503-1504 ca.
Nella pagina di wikipedia.it dedicata l'opera, la stessa viene così descritta:
Il dipinto raffigura la Madonna col Bambino su un alto trono, a sua volta sopra un basamento che poggia su un sarcofago di porfido, con lo stemma della famiglia Costanzo. Probabilmente la volontà di far rivolgere uno sguardo triste e assorto al reale sarcofago, che idealmente racchiudeva il figlio morto del committente, condizionò l'organizzazione iconografica della scena, creando quella che potrebbe essere definita come un'altissima piramide, con al vertice la testa della Vergine e alla base i due santi che si trovano in basso davanti ad un parapetto: a destra Francesco (ripreso dalla Pala di San Giobbe di Giovanni Bellini) e a sinistra Nicasio (identificabile dall'insegna dei cavalieri di Malta). In passato si erano fatti i nomi per quest'ultimo di san Giorgio o san Liberale, patrono della città di Treviso: più realisticamente si tratta di Nicasio venerato, spesso insieme a Francesco, soprattutto a Messina, città natale di Tuzio (il fratello e un figlio erano cavalieri dell'ordine gerosolimitano); entrambi i santi rivolgono il loro sguardo all'ipotetico osservatore, facendo da tramite tra il mondo reale e quello divino.
A laude di Gesù Cristo e del poverello Francesco. Amen.

Nessun commento:

Posta un commento