martedì 25 ottobre 2016

San Francesco confortato da un angelo nell'interpretazione di Francesco Cozza (1650-1674)

Francesco Cozza, San Francesco confortato dall'angelo, 1650-1674
olio su tela, 135,5x97 cm
Cosenza, Galleria Nazionale di Palazzo Arnone
La Galleria nazionale di Palazzo Arnone a Cosenza custodisce un dipinto di Francesco Cozza (1605-1682) del terzo quarto del sec. XVII raffigurante san Francesco confortato da un angelo che suona il violino.
La scheda del Sito culturaitaliana.it così lo descrive:
La tela raffigura san Francesco d'Assisi che riceve conforto da parte di un angelo. Il santo è rappresentato in meditazione col teschio sorretto su una gamba, e lo sguardo e l'attenzione rivolte verso un angelo musicante, dipinto alla sua sinistra. Dell'opera, firmata e in origine anche datata dal pittore calabrese Francesco Cozza, non è nota l'originaria provenienza, né le successive collocazioni utili a ricostruire la sua storia collezionistica. Acquisita dallo Stato nel 2007 per la Galleria Nazionale di Cosenza, la tela è collocata stilisticamente dalla critica negli anni della maturità artistica del pittore [...]. Il tema del paesaggio assume una valenza forte nel dipinto come in quelli di Copenhagen e di Stamford, il soggetto iconografico scelto è inserito all'interno di un paesaggio lussureggiante, si tratta di san Francesco d'Assisi che riceve conforto da un angelo, difficile stabilire se l'episodio sia quello riferito alla ricezione delle stimmate sul monte Verna o quello del ricovero al Sacro Speco di Sant'Urbano a Narni, in uno dei suoi viaggi (Leone 2007), oppure l'episodio avvenuto a Rieti,in cui il santo infermo venne visitato da un angelo musicante per alleviare le sue sofferenze (Leone 2008)
A laude di Gesù Cristo e del poverello Francesco. Amen.

Nessun commento:

Posta un commento